Archives Dicembre 2020

Agenzia delle entrate Prot. n. 389405

Modifiche al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 182017 del 28
ottobre 2016, come modificato dai provvedimenti n. 99297 del 18 aprile 2019, n.
1432217 del 20 dicembre 2019 e n. 248558 del 30 giugno 2020, in tema di
memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi
giornalieri.
IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente
provvedimento
Dispone

  1. Modifiche al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 182017 del 28
    ottobre 2016, come modificato dai provvedimenti del Direttore dell’Agenzia delle
    entrate n. 99297 del 18 aprile 2019, n. 1432217 del 20 dicembre 2019 e n. 248558
    del 30 giugno 2020.
    1.1 Al provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 182017 del 28
    ottobre 2016 e successive modificazioni, sono apportate le seguenti modifiche:
    a) al punto 4.2 la data “1° gennaio 2021” è sostituita con “1° aprile 2021”;
    b) al punto 1.5.2, le date “31 dicembre 2020” e “1° gennaio 2021” sono
    rispettivamente sostituite con “31 marzo 2021” e “1° aprile 2021”.

    Motivazioni
    In considerazione delle difficoltà conseguenti alla situazione emergenziale
    provocata dal Covid-19 e recependo le richieste provenienti dalle associazioni di
    categoria, viene modificato dal 1° gennaio 2021 al 1° aprile 2021 la data di avvio
    dell’utilizzo esclusivo del nuovo tracciato telematico dei dati dei corrispettivi giornalieri
    “TIPI DATI PER I CORRISPETTIVI – versione 7.0 – giugno 2020”, e del conseguente
    adeguamento dei Registratori telematici.
    Vengono infine adeguati al 31 marzo 2021 anche i termini entro i quali i produttori
    possono dichiarare la conformità alle specifiche tecniche di un modello già approvato
    dall’Agenzia delle entrate.
    Riferimenti normativi
    a) Attribuzioni del Direttore dell’Agenzia delle entrate:
  • Decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300 (art. 67, comma 1; art. 68, comma 1); –
    Statuto dell’Agenzia delle entrate (art. 5, comma 1; art. 6, comma 1);
  • Regolamento di amministrazione dell’Agenzia delle entrate (art. 2, comma 1).
    b) Normativa di riferimento:
  • Decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633, concernente
    l’istituzione e la disciplina dell’imposta sul valore aggiunto;
  • Legge 27 luglio 2000, n. 212, recante disposizioni in materia di statuto dei diritti del
    contribuente;
  • Legge 11 marzo 2014, n. 23, concernente la delega al Governo recante disposizioni per
    un sistema fiscale più equo, trasparente e orientato alla crescita (art. 9, comma 1,
    lettera g);
  • Decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, concernente la trasmissione telematica delle
    operazioni IVA e di controllo delle cessioni di beni effettuate attraverso distributori
    automatici, in attuazione dell’articolo 9, comma 1, lettere d) e g), della legge 11 marzo
    2014, n. 23;
  • Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate n. 182017 del 28 ottobre 2016
    e successive modificazioni.
    La pubblicazione del presente provvedimento sul sito internet dell’Agenzia delle
    entrate tiene luogo della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, ai sensi dell’articolo 1,
    comma 361, della legge 24 dicembre 2007, n. 244.
    Roma, 23 dicembre 2020
    IL DIRETTORE DELL’AGENZIA
    Ernesto Maria Ruffini
    firmato digitalmente

NEWS 2 dicembre 2020 Lotteria: parteciperanno anche i pagamenti i contanti

Offrire al cliente la possibilità
di partecipare alla lotteria,
rappresenta un ottimo modo
per fidelizzarlo!

 
Lotteria: parteciperanno anche i pagamenti i contanti
  LOTTERIA SCONTRINI:
SOLO CASHLESS O ANCHE PAGAMENTI IN CONTANTE?   Dopo un cambio di rotta introdotto dalla Legge di Bilancio, che sembrava escludere ogni tipologia di pagamento diversa dal cashless dalla Lotteria degli Scontrini, ad oggi, stando a quanto riportato sul sito dedicato dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, si conferma la partecipazione al gioco anche nel caso di pagamenti tradizionali, effettuati con moneta contante.
Sono stati quindi reintegrati i premi previsti per le estrazioni “ordinarie”, che premiano solo i consumatori:   sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
un premio di 1 milione di euro ogni anno.   Restano validi i premi previsti per le estrazioni “zerocontanti”. Lo scontrino estratto premierà in questo caso sia il consumatore che l’esercente:   quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.